VINCITORI 2016 - Pentedattilo Film Festival

Search
Vai ai contenuti

Menu principale:

VINCITORI 2016

TERRITORIO IN MOVIMENTO

Primo Premio ex aequo

Firpo Fernando Caneda, Argentina

In un passato distopico, un uomo arranca fra l’apatia solipsistica della quotidianità e il desiderio di un contatto umano non mediato. Un film dall’art direction impeccabile che intercetta un nervo scoperto della contemporaneità, invitandoci ad alzare lo sguardo dai nostri schermi e tornare a parlarci.


Sad face Roman Kirichenko, Ukraine
Una perfetta messa in scena futuristica dai tratti orwelliani in cui ci s’interroga sull’eterno conflitto tra individuo e modello dominante. La narrazione avvince dispiegandosi in una tragica storia d’amore con un ciclo continuo di ribaltamenti irrimediabili.


Menzione Speciale

The chicken Una Gunjak, Croatia
L’innocenza dello sguardo della protagonista regala un parallelismo atroce tra la vita troppo breve di una gallina e la fame di coloro i quali subiscono la guerra. Una storia lieve dal finale amaro.


ANIMAZIONE
Primo Premio

Oripeaux Sonia Gerbeaud & Mathias Panafieu, France
La forza di volontà di una bambina si realizza in un invito al cambiamento. La freschezza della colorazione che si avvicina all’acquarello mette in scena un mondo fantastico dai contorni delicati, mentre il grammelot ci accompagna verso un finale etico e non scontato.


Menzione Speciale
The mill at calder's end Kevin McTurk, USA
Un film che muove le cose inanimate, pur senza essere propriamente animazione. Un corto di genere catapulta immediatamente lo spettatore in un’atmosfera lugubre, sorretta da una sonorizzazione potente.

The wild boar Bella Szederkényi, Germany/France/Hungary
Stilisticamente spiazzante, regolarmente irregolare e mai accomodante. L’animazione funzionale scorre senza sovrastare la storia, inscenando un conflitto insanabile tra natura e civiltà. La narrazione impone una messa in discussione del proprio modo di vedere il mondo, non risparmiandoci un sottile disagio finale.


SHOWCASE CALABRIA

Primo Premio ex aequo


Margie Domenico Modafferi, Italy
Un cortometraggio ideale nella forma e nella durata. Con una recitazione accurata e una regia mai banale, racconta una storia universale attraverso l’intimità dello sguardo.

Rosa Vincenzo Caricari, Italy
Un mirabile esempio di come affinando il proprio sguardo e la propria sensibilità si possa trovare nel proprio quartiere molteplici spunti di riflessione e rappresentazione.
 
Torna ai contenuti | Torna al menu